I gruppi di discussione ed i loro nemici

L'infiltrazione politica e religiosa nei fori e gruppi del mondo dei social network

Oramai sono decenni che mi muovo in vari gruppi e fori dei social network. All'inizio non ho subito percepito di quello che sta succedendo. Mi è sembrato che ad ogni argomento si rispondeva con argomenti buoni o cattivi. Anche la produzione di argomenti scritti in modo letterario eccellente, ma pessimi nel loro contenuto, non mi ha dato all'occhio.

Ma gradualmente, con il mio "girovagare", nei vari forum politici, mistici e pre-astronautici, la verità è venuta lentamente alla luce.

All'inizio pensavo di essere coinvolto anche psicologicamente nelle "cospirazioni del mondo", e che ora credessi anche a queste sciocchezze. Ma poi ho notato che non deve essere chiamata "cospirazione mondiale", ma piuttosto semplice "contro-interesse".

Pensateci un po' sopra

Voi aprite in un social network un gruppo di paleo seti o astroarcheologia o anche un gruppo simile di storia alternativa. E ora immaginate che questo gruppo o foro andrebbe a gonfie vele. Ammettiamo che aveste più di 10'000 membri registrati.

Vi pongo la domanda: le religioni mondiali o la politica accetterebbero ciò che vi viene scritto?

Oppure aprireste un gruppo politico contro gli interessi dell'economia mondiale. Anche questo gruppo andrebbe molto bene. Pensate che i potenti accetterebbero semplicemente ciò che vi viene scritto?

Nella migliore delle ipotesi, si potrebbe aprire un ottimo gruppo di storia mondiale alternativa. Pensate che tutti i paesi e tutte le religioni del mondo lascerebbero perdere?

In certi casi, la vostra concorrenza che ha interessi opposti farebbe quanto segue:

  • La disinformazione come mezzo per nascondere la verità, oppure
  • Le contro-argomentazioni negative, ma letteralmente ben scritte. La partecipazione al gruppo stesso con contro-argomentazioni professionali, anche se non veritiere. Anche le cattive argomentazioni, ma ben scritte, possono far miracoli per i controinteressati.
  • La ridicolizzazione del vostro gruppo o di un foro è molto facile da fare. Ci si infiltra in questo gruppo con argomenti ridicoli, che da un lato sono legati in parte all'argomento principale del gruppo, ma dall'altro sono costruiti in modo così fantasioso che ogni bambino li troverà ridicoli. Questo metodo è il più usato oggi per rendere ridicolo un foro o un gruppo. È possibile riconoscere questi utenti per esempio nei social-network dai loro profili, che guardando bene, non dicono nulla.
    Ad esempio, nei gruppi e nei fori di preastronautica e di paleo seti, troviamo la forma ridicola dei viaggi nel tempo, la quarta dimensione, gli universi paralleli, così come anche i fantasiosi motori iperluce, introdotti per distruggere ogni riferimento alla storia del mondo reale. Molti monaci nei monasteri sono qui al lavoro. L'autore di questo articolo ne ha visti tre in un piccolo monastero nelle Alpi svizzere.
  • Lo "spalmare". Una buona risposta oggettiva o un post interessante si possono ricoprire, spalmando una risposta enorme che ricopre moltissimo spazio. È molto facile farlo, incollando una risposta simile e inutile da un qualsiasi testo di grandi dimensioni con "copia ed incolla" (Past & Copy). I lettori successivi non avranno nient'altro che un'abbondanza di testo davanti allo schermo, che di per sé fa parte dell'argomento, ma è imperscrutabile. Annoiati da questo, la maggior parte degli utenti passa ad un altro post. La maggior parte degli amministratori guarda molto spesso queste sciocchezze in modo apatico o fa parte del "nemico".
    Queste "spalmature" si possono anche considerare come "grandi bolle di sapone legate all'argomento".
  • Mettere sotto fuoco incrociato un utente. In un forum o in un gruppo di preastronautica ben funzionante di solito si infiltrano diversi rappresentanti religiosi. Se un utente veramente interessato si presenta con argomenti ben ponderati e non si lascia scoraggiare da un controinteressato, allora viene messo sotto fuoco incrociato. Non bisogna dimenticare che nei monasteri i monaci hanno molto tempo a disposizione.
  • Approfittare infedelmente di Wikipedia. Se i controinteressati non hanno più argomenti validi, ne creano alcuni su Wikipedia. L'autore di questo articolo è anche un autore di Wikipedia e sa molto bene quanto sia facile creare un argomento o un controargomento su Wiki. Dopo di che, fanno riferimento a questo articolo di Wikipedia e il più delle volte l'argomento corretto e fattuale di un utente interessato è "fuori discussione". Avrete sentito molto spesso il termine "fuori discussione". Oppure il contro-argomento viene considerato di fatto. Argomento chiuso!
  • E infine, i controinteressati erigono essi stessi certi gruppi di discussione. Vale a dire, per avere tutto sotto controllo allestiscono loro stessi i "gruppi nemici". Qui hanno tutto sotto controllo. Gli avversari vengono quindi "rilevati" ed "eliminati". Proprio come hanno fatto Josef Stalin e vari imperatori. Avviare un colpo di stato contro se stessi per scoprire chi si unirà a loro. Un'operazione efficiente che può essere classificata come un fallimento politico.
    Pure qui si riconoscono tali gruppi dai profili degli amministratori sui socialnetworks. Dei profili che non dicono niente.
  • La contaminazione di Internet attraverso la disinformazione deliberata viene fatta particolarmente mediante le enciclopedie serie e gratuite. Chiunque può scrivere quello che vuole. Basta aprire prima dei cosiddetti siti e pagine di riferimento (aperte da professionisti) e poi si può scrivere quello che si vuole in un'enciclopedia libera.

    Tutte queste controargomentazioni mi ricordano gli slogan di Joseph Göbbels, ai tempi ministro di propaganda di Adolf Hitler che incitava a tener duro e la vittoria finale sia sicura. Ma a un certo punto arriva la fine reale sulle bufale. Per questo motivo raccomando alle controparti interessate di "fuggire in avanti". Cioè, dove tutti dicono già la verità in privato, non ci si dovrebbe impuntare su menzogne politiche o religiose, perché prima o poi la vera storia ci raggiungerà.

    Supplemento del 27.11.2016

    Oggi sono stato ammonito dall'amministratore di un gruppo FB di essere tollerante.

    Beh, se c'è della tolleranza, allora ci dev'essere pure l'intolleranza. L'una conferma l'esistenza dell'altra.

    Intolleranti, secondo me, sono anche quelle persone che pubblicano roba completamente ridicola in un gruppo tematico. Non si può discutere con queste persone in modo tollerante, perché abusano della nostra tolleranza per pubblicare le loro cose intolleranti e ridicole. Purtroppo non tutti gli amministratori sono abbastanza intelligenti da capirlo. Potrebbero anche essere amministratori che - come descritto sopra - fanno parte dei contro-interessati.

    Due chiarimenti da parte mia

    Il contro-interesse o l'interesse opposto

    Le parti di interesse opposto sono gruppi d'interesse mondiale ben noti (religioni mondiali, associazioni economiche, partiti politici ecc. ecc.)

    Gli strumenti noti dei contro-interessati sono far paura, la disinformazione, le promesse a vanvera e slogan di controparte.

    Cospirazioni mondiali

    Un'attività cospirativa richiede una società segreta che lavori dietro le quinte in modo organizzativo, economico e ricco di disinformazione.

    Gli strumenti noti sono la disinformazione discreta, le perizie leggermente modificate e come ultima misura un omicidio che sembra un incidente.

    La guerra fredda è il miglior esempio di questi aggiramenti politici.


    Gli sbagli ve li potete tenere